Itinerari per Punta della Campanella

Questo [è] un percorso interessante sotto molti aspetti: storico, archeologico, floreale e faunistico. Il percorso ha una durata media [di] due ore, con partenza ed arrivo presso la piazzetta di Termini. Il percorso poco accidentato, con un dislivello di circa 250 mt. È preferibile il periodo primaverile per ammirare la macchia mediterranea durante il periodo di fioritura. È consigliabile portare [con sé] un’adeguata riserva d’acqua poiché i due unici punti di approvvigionamento si trovano all’inizio del percorso: la fontanella nella piazzetta e poco dopo aver oltrepassato l’abitato. Dalla piazzetta si imbocca la via Campanella, superato l’abitato, siamo circondati da uliveti e da alberi secolari di carrubo riconoscibile dai tipici frutti e con foglie lucide di colore verde scuro. Dopo aver ammirato il mare blu cobalto dell’incantevole baia [scil. cala] di Mitigliano, sulle rocce calcaree troviamo alcune colonie di Lithodora Rosmarinifolia, simile al rosmarino con fiori viola: una delle piante rare presenti solo in questa zona. L’Allium roseum L. l’aglio selvatico riconoscibile dai fiorellini bianchi e dalle foglie tipiche dell’aglio. Mentre nella macchia riconosciamo il Lentisco con le sue caratteristiche piccole bacche rosse ed il Mirto, arbusto con le foglie appuntite e dalla caratteristica fioritura bianca (pianta sacra a Venere nell’età classica, veniva intrecciata per incoronare poeti e uomini illustri). Ancora fra le rocce possiamo ammirare alcuni meravigliosi esemplari di Ginepro. Continuando nella nostra discesa […] Se alziamo lo sguardo possiamo scorgere nel cielo terso la sagoma del Gheppio un rapace che caccia piccoli roditori nella macchia, oppure potremo vedere sfrecciare il Falco Pellegrino in picchiata sulla preda a 120 km orari. Superata la torre di Fossa di Papa siamo ormai giunti alla Torre di Punta Campanella. […] Possiamo così ammirare le distese di Agavi in controluce che merlettano il promontorio. La strada del ritorno [è] la stessa ma vi posso assicurare che anche rifacendo questo sentiero più volte al giorno c’è sempre la possibilità di provare nuove emozioni. Buona strada.


Zona Rimozione 1997


A. Coppola (testi e foto di), Un’escursione a Punta Campanella, in “Zona Rimozione” (Mensile a cura di ‘Progetto Giovani’), a. II, n. 7, dic. 1997, pp. 9-13.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...